Simona Weller
Home Page
Quadri
Ceramiche
Scritti
Antologia Critica, Opere letterarie e Poesie
Biografia
Esposizioni, Mostre, Premi e Riconoscimenti
Bibliografia
Archivio
Contatti
Link
Archivio

Costituito nel 2001 su iniziativa di Sandro Barbagallo, l'Archivio Weller si presenta oggi come un complesso documentario completo, sia per la qualità e la quantità dei materiali presenti, che per l'arco cronologico che parte dal 10 maggio 1940, giorno di nascita dell'artista, fino ad oggi. L'Archivio, infatti, non è solo da considerarsi "attivo", ma in fieri.

L'Archivio Weller è costituito da documenti fascicolati secondo un ordine cronologico e divisi per categorie di appartenenza. Ogni fascicolo è contrassegnato da una lettera dell'alfabeto, dall'A alla Z per ogni falcone. In ogni fascicolo i documenti sono stati collocati in ordine cronologico, dal più antico al più recente, secondo un ordine di tipo storico e numerati con numeri ordinali.

La parte più importante dell'Archivio Weller, costituita da 20 faldoni, numerati da I a XX, raccoglie documenti personali, epistolari, diari, manoscritti, dattiloscritti dell'artista.

A questo nucleo centrale si aggiunge una sezione non meno importante di aggregati:

  • 18 faldoni contenenti la documentazione fotografica delle opere della Weller catalogate a partire dal 1960 (ad oggi circa 2500);
  • 6 faldoni di fotografie personali di vari periodi, foto di parenti e di amici artisti;
  • 5 faldoni di ritagli stampa;
  • la raccolta di monografie, cataloghi, stampati e libri che documentano l'attività artista dell'artista.

All'Archivio sono poi aggregati tre fondi e una biblioteca:

  • Fondo Battaglini-Sales, comprensivo di 20 faldoni di diplomi, lettere, foto e cimeli, dal 1850 al 2004, appartenenti alla famiglia materna della Weller.
  • Fondo Cesare Vivaldi, comprensivo di 3 faldoni contenenti una collezione di dattiloscritti originali, poesie, scritti critici, lettere e traduzioni da Rimbaud.
  • Fondo Alba de Céspedes, comprensivo di tre faldoni contenenti una collezione di dattiloscritti, quaderni, appunti, minute di lettere, ritagli stampa, foto varie, libri pubblicati e chiosati.
  • Biblioteca Barbagallo-Weller, che raccoglie circa 5000 libri, tra monografie, cataloghi, saggi d'arte e romanzi. Parte della biblioteca è versata nella Biblioteca Giovanni Carandente, presso il Museo d'Arte Contemporanea di Spoleto.

created & hosted by MONDOWEB